No. 321  23-29 aprile 2008

Prima pagina
















Numero visitatori
dal 16 augosto 2001
968332


37 visitatori online

Archivio Gazzettino

Gazzettino No. 333
(16-22 luglio 2008)


Gazzettino No. 331
(9-15 luglio 2008)


Gazzettino No. 330
(2-8 luglio 2008)


Gazzettino No. 329
(25 giugno - 1 luglio 2008)


Archivio generale  


 Indietro   Stampa immagine  


Banca Italo Romena vara un aumento di capitale di 18 milioni di euro

    Bilancio 2007 positivo per l’Istituto del Gruppo Veneto Banca

Essere banca di territorio: questo l’obiettivo che Banca Italo Romena si era data nel 2001, alla volta dell’acquisizione da parte di Veneto Banca.

A sette anni di distanza, tutti i dati confermano che l’Istituto del Gruppo Veneto Banca è stato capace di perseguire in modo puntuale, con costanza e determinazione, le tappe del suo piano di sviluppo.

Pochi giorni fa, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato un aumento di capitale di 18 milioni di euro, che è stato sottoposto agli iter autorizzativi previsti dalla legge, così come è stato previsto l’aumento del fondo di dotazione della Succursale di Romania, che, una volta approvato dall’Assemblea dei Soci, passerà da 56 a 100 milioni di euro.

“Sono passi necessari per dare basi solide alla nostra crescita – sottolinea il Presidente Franco Antiga – Queste risorse ci daranno modo di consolidare il percorso finora fatto e di continuare a sviluppare con tranquillità le attività dell’Istituto”.

Anche il 2007, del resto, è stato un anno di successi, come dimostrano i risultati di bilancio approvato dal Consiglio di Amministrazione della banca l’11 marzo scorso.

Le principali grandezze registrano variazioni nettamente positive, in primis il prodotto bancario lordo, cresciuto del 67,83 %, passando dai 637,7 milioni di euro del 2006 a 1,07 miliardi di euro.

Nel dettaglio, la raccolta diretta è aumentata del 54,5%, attestandosi a 393,6 milioni di euro contro i 254,8 del 2006 e gli impieghi hanno raggiunto i 676,7 milioni di euro (nel 2006 erano 383 milioni), mettendo a segno un + 76,70%. “Valori importanti – sottolinea il Direttore Generale Antonio Bianchin – che testimoniano un impegno concreto nei confronti del tessuto produttivo locale, sia esso fatto di imprese italiane o romene. Nonostante l’apertura al segmento retail, infatti, Banca Italo Romena conferma la vocazione corporate, ponendo al centro della sua attività la relazione con gli imprenditori e l’attenzione alle PMI”.

“Oggi la Romania è un Paese diverso da quello di 7 anni fa – continua Bianchin. Alle imprese italiane, sempre numerose, si affiancano molte realtà romene di grande interesse, che sono il nostro punto di riferimento per tante attività e progetti futuri”.

Una fiducia ben riposta, visto il rapporto sofferenze nette su impieghi, che si attesta allo 0,35% contro lo 0,59% del 2006.

I valori di bilancio non potevano non riflettersi sull’utile netto che, dai 7,5 milioni di euro del 2006, ha raggiunto i 10,4 milioni di euro, con un bel +39,5%. Ottimo il livello del ROE, al 27,6% e del rapporto Cost/income, passato dal 45% al 39%.

“Banca Italo Romena è un’azienda sana e solida, cresciuta attraverso una politica di sviluppo graduale e costante, che ci pare sia la chiave vincente per conquistare la fiducia della clientela – conclude il Presidente Antiga. Nel 2007 abbiamo aperto 4 nuove filiali e, per l’anno in corso, prevediamo di crescere ulteriormente e raggiungere quota 20 sportelli, con le aperture di Baia Mare, Ploiesti, Galati, Suceava e Pitesti, oltre all’apertura della terza agenzia nella capitale”.

Ufficio Stampa

Gruppo Veneto Banca

Contatti:

Mirella Piva, +39 0423 283366

mirella.piva@venetobanca.it

Carlo Torresan, +39 0423 283378

carlo.torresan@venetobanca.it

Valentina Gatto, +39 0423 283774

valentina.gatto@venetobanca.it


 Home   In alto   Stampa immagine  


 Pubblicità    Abbonamenti    Chi siamo  

Redazione: Timisoara, Romania
Tel./Fax +40(0)256-493012, +40(0)256-282556
E-mail: gazzettino@gazzettino.ro Internet: www.gazzettino.ro