No. 333  16-22 luglio 2008

Prima pagina
















Numero visitatori
dal 16 augosto 2001
948293


10 visitatori online

Archivio Gazzettino

Gazzettino No. 333
(16-22 luglio 2008)


Gazzettino No. 331
(9-15 luglio 2008)


Gazzettino No. 330
(2-8 luglio 2008)


Gazzettino No. 329
(25 giugno - 1 luglio 2008)


Archivio generale  


 Indietro   Stampa immagine  


Il Governo ha approvato la seconda manovra correttiva di quest’anno

    Il Governo ha approvato nella riunione di mercoledì la seconda manovra di correzione finanziaria di quest’anno, assegnando fondi supplementari principalmente ai Ministeri dei Trasporti, Economia, Difesa e Sviluppo. Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Varujan Vosganian, ha dichiarato alla fine della riunione, come le cifre incluse nel decreto di rettifica non differiscono da quelle già presentate dalla stampa. I Ministeri dei Trasporti, Economia, Difesa e Sviluppo con questa seconda manovra correttiva ricevono ingenti fondi aggiuntivi e il totale delle spese del bilancio statale aumenta di 4,4 miliardi di lei, mentre le entrate salgono di 3,8 miliardi lei. Circa la metà dei soldi, due miliardi di lei, andrà al ministero dei Trasporti, che incassa altri 1,5 miliardi lei dal bilancio dello stato per la riparazione di strade e programmi nazionali con finanziamenti rimborsabili (639 milioni di lei), per la riabilitazione della ferrovia Bucarest-Costanza, per la realizzazione del sistema di telecomunicazioni, per l’acquisto di nuovi vagoni AVA 200 e l’ammodernamento della flotta di vagoni e locomotive e per “risolvere la crisi finanziaria parziale in cui versa il sistema ferroviario” (603,5 milioni di lei), per il pagamento dei servizi di manutenzione del materiale utilizzato nella metropolitana nel 2007 (172,5 milioni di lei)”, hanno detto fonti governative. Altri fondi saranno concessi per gli investimenti nel porto di Costanza e nei canali navigabili, per la sovvenzione riservata all’Amministrazione Fluviale del Basso Danubio Galati (27 milioni di lei), così come per il completamento dei lavori di riparazione della pista di atterraggio presso l’Aeroporto Internazionale di Bucarest Baneasa, il rifacimento degli spazi di rullaggio e l’espansione dell’Aeroporto Internazionale di Timisoara, per garantire condizioni ottimali per il funzionamento dell’Aeroporto Internazionale di Costanza per i voli della NATO (48,1 milioni di lei). A questi fondi si aggiungono altri 455,3 milioni di lei contrattati dal ministero attraverso crediti esteri per il trasporto su strada (285,7 milioni di lei), il trasporto ferroviario (52,3 milioni di lei) e la metropolitana (57,6 milioni di lei). Il Ministero dello Sviluppo, dei Lavori pubblici e delle Abitazioni riceverà ancora 199,7 milioni di lei per la costruzione di sale sportive, l’asfaltazione delle strade, l’approvvigionamento idrico per i villaggi e la costruzione di alloggi sociali. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze riceverà altri 376 milioni di lei per finanziare la produzione di acqua pesante per le unità 3 e 4 della centrale elettro-nucleare di Cernavoda, per attuare il programma informatico dell’Agenzia Nazionale di Amministrazione Fiscale e per i risarcimenti accordati mediante l’Autorità Nazionale per la Restituzione delle Proprietà. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze riceverà fondi aggiuntivi per il pagamento degli interessi sul debito pubblico (500 milioni di lei), la concessione di aiuti di stato (20 milioni di lei), i contributi per il finanziamento della strategia nazionale (180 milioni di lei), il bilancio dell’Unione Europea (300 milioni di lei) e il Fondo Nazionale per lo Sviluppo (80 milioni di lei). Il Ministero della Difesa riceverà fondi supplementari di 200 milioni di lei per il finanziamento di grandi programmi di dotazione che sono in corso dagli anni precedenti e con termine nel 2008, per l’ammodernamento di due aeromobili IAR-99 delle forze aeree romene e per l’acquisto di un pacchetto di supporto logistico necessario per il funzionamento e la manutenzione degli aeromobili. Per il Servizio Romeno di Informazione, una passività di 282,9 milioni di lei da crediti esteri sarà compensata con ulteriori fondi di bilancio di 289,9 milioni di lei, per permettere la continuazione dello svolgimento dei programmi e dei progetti necessari all’adempimento degli obiettivi specifici, un importo di 7 milioni di lei è stato assegnato al Servizio Informazioni Estere, sempre per programmi per il finanziamento di ammodernamento e dotazione. Il Ministero degli Affari Esteri riceverà 45 milioni di lei per il pagamento della locazione degli edifici per il lavoro e l’alloggio, per l’apertura di nuovi uffici, per cambiare alcune sedi e per coprire i costi degli affitti delle rappresentanze diplomatiche e il pagamento di diritti salariali. Altri fondi saranno assegnati all’Amministrazione presidenziale (un milione di lei per il protocollo e le viste all’estero del presidente), alla Cancelleria del Primo Ministro (25 milioni di lei per i progetti di comunicazione e di informazione sulle strategie governative Agenzia e per il Pagamento dei Vitalizi e delle Indennità degli Atleti) e al Segretariato Generale del Governo (20,3 milioni di lei per coprire la spese del personale nel 2008 per il Dipartimento per gli Affari Europei e le attività delle organizzazioni delle minoranze nazionali). Il Ministero degli Interni e della Riforma Amministrativa riceverà 60 milioni di lei per costituire le riserve minime di sicurezza dei prodotti petroliferi nel 2008, e il Ministero dell’Ambiente riceverà un finanziamento ulteriore di 36 milioni di lei, di cui 10 milioni di lei per la protezione contro le inondazioni. Per il Ministero della Cultura sono previsti 50 milioni di lei, soprattutto per il sostegno finanziario accordato ai culti religiosi, la costruzione e l’ammodernamento delle chiese e il finanziamento del Centro Eparchiale Ortodosso di Roma, della Parrocchia Ortodossa Romena di Pavia in Italia e della Parrocchia Ortodossa Romena “Sf. Maria Christchurch” in Nuova Zelanda.

Entrate a bilancio in crescita

Le entrate del bilancio dello stato per il 2008 sono stimate a 3,8 miliardi di lei, di cui 700 milioni di lei dall’imposta sul profitto (grazie, principalmente, alla previsione di una crescita del volume delle attività dell’industria manifatturiera, delle costruzioni, del commercio al dettaglio e dei servizi) e 3,1 miliardi di lei dall’imposta sul valore aggiunto (stima basata sull’aumento del volume di attività nel settore industriale, edilizia, servizi, agricoltura e silvicoltura), mentre le uscite del bilancio dello stato saranno portate a pareggio con 4, 4 miliardi di lei. La manovra di correzione del bilancio si basa sull’esecuzione del bilancio generale consolidato del primo semestre, che ha registrato sviluppi positivi rispetto all’anno precedente, con entrate più elevate del 36,6%, e le spese aumentate del 45,6%.

Crescono anche le spese

Se le entrate a bilancio nei primi sei mesi hanno avuto una buona performance grazie l’imposta sul profitto (50,9% delle stime annuali), imposta sul reddito (49,8%) e IVA (49,3%), si spiega nella nota che ha accompagnato il progetto di correzione del bilancio, nel bilancio generale consolidato anche le spese sono superiori a quelle relative all’anno precedente di 3,7 punti percentuali in termini di quota del PIL. Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Varujan Vosganian, ha detto, martedì scorso, che il bilancio generale consolidato ha registrato dopo i primi sei mesi, un disavanzo di 4,92 miliardi di lei, pari all’1,12% del PIL. “Con l’aggiornamento del PIL per l’anno in corso, da 440 miliardi lei a 475 miliardi di lei, il disavanzo nella prima parte dell’anno tornerà sotto l’1% del PIL”, ha detto Vosganian. La prima correzione del bilancio 2008 è stata operata nel mese di marzo, quando il deficit è stato ridotto di 0,4 punti percentuali, passando dal 2,7% al 2,3% del PIL.

Ioan Brad


 Home   In alto   Stampa immagine  


 Pubblicità    Abbonamenti    Chi siamo  

Redazione: Timisoara, Romania
Tel./Fax +40(0)256-493012, +40(0)256-282556
E-mail: gazzettino@gazzettino.ro Internet: www.gazzettino.ro