No. 294  3-9 ottobre 2007

Prima pagina
















Numero visitatori
dal 16 augosto 2001
968145


16 visitatori online

Archivio Gazzettino

Gazzettino No. 333
(16-22 luglio 2008)


Gazzettino No. 331
(9-15 luglio 2008)


Gazzettino No. 330
(2-8 luglio 2008)


Gazzettino No. 329
(25 giugno - 1 luglio 2008)


Archivio generale  


 Indietro   Stampa immagine  


Geoana: La modificazione del Codice Fiscale per tassare i redditi dell’agricoltura è illegale

    Il presidente del Partito Sociale Democratico, Mircea Geoana ha definito, venerdì scorso, a Craiova, “incredibile” l’ordinanza per la modificazione del Codice Fiscale attraverso cui i redditi agricoli sono tassati al 2%. Il leader dell’opposizione ha parlato di iniziativa illegale perché il Codice Fiscale si può modificare solo a seguito di un dibattito pubblico. “Negli ultimi giorni ho sentito che il governo ha compiuto un altro gesto incredibile: ha modificato il Codice Fiscale per tassare al 2% i redditi dell’agricoltura. Il Codice Fiscale non può essere cambiato se almeno sei mesi prima non è stato organizzato un dibattito sui nuovi articoli”, ha dichiarato Mircea Geoana. A suo avviso, il governo è “illegale” e dà prova di invasamento. “Questo è un esecutivo illegale, che non si sostiene su una base giuridica. Con questa modificazione del Codice fiscale fanno la figura degli invasati, quando in realtà la sorte del Governo è appesa ad un filo. Non è bastata la siccità, non è bastato non risarcire gli agricoltori danneggiati, non basta che l’assorbimento dei fondi europei è pari a zero, ora vogliono anche introdurre una tassa del 2% sui redditi da attività agricole”, ha proseguito Geoana. Il presidente del PSD crede che il Parlamento non voterà l’ordinanza. “È una tassa introdotta di soppiatto, tramite un’ordinanza, senza passare dal Parlamento. Vi garantisco che quando arriverà in Parlamento sarà respinta. Purtroppo questa norma inizia a produrre effetti nel momento in cui è stata approvata dal Governo. Dopo due tre mesi arriverà per la conversione in Parlamento. Fino a quel momento però si continuerà a depredare qualcuno”, ha aggiunto Mircea Geoana. Il leader del PSD si è recato a Craiova per partecipare ad un incontro con gli agricoltori e i sindaci della provincia Dolj. Il PSD sta organizzando incontri di questo tipo in tutto il paese. I redditi ottenuti dalla vendita dei prodotti agricoli saranno tassati al 2%, dall’inizio del prossimo anno, aliquota che crescerà al 3% nel 2009 ed al 4% il 2010, hanno dichiarato fonti ufficiali. La proposta viene da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ed è inclusa nel progetto di un’ordinanza d’urgenza per la modifica del Codice Fiscale, hanno menzionato le fonti citate. “Dal primo gennaio 2008, i redditi ottenuti dalla valorizzazione dei prodotti agricoli, venduti a compagnie specializzate nella raccolta o nella lavorazione industriale, saranno tassati al 2%, secondo la Legge 343/2006. Per una previsione budgetaria a medio termine si è deciso di annunciare le nuove aliquote per i prossimi due anni”, hanno spiegato le fonti citate. Il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Varujan Vosganian, ha dichiarato lunedì, che il progetto di modificazione del Codice Fiscale tiene conto dell’allargamento della base imponibile, così come annunciato al momento della delibera circa l’aumento delle pensioni, però ha negato l’aumento delle imposte. “Dal primo gennaio 2008, i redditi ottenuti dalla valorizzazione dei prodotti agricoli, venduti a compagnie specializzate nella raccolta o nella lavorazione industriale, saranno tassati al 2%, secondo la Legge 343/2006. Per una previsione budgetaria a medio termine si è deciso di annunciare le nuove aliquote per i prossimi due anni”, hanno spiegato le fonti citate. Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Varujan Vosganian, ha dichiarato lunedì, che il progetto di modificazione del Codice Fiscale tiene conto dell’allargamento della base imponibile, così come annunciato al momento della delibera circa l’aumento delle pensioni, però ha negato l’aumento delle imposte.

Tariceanu: Non ci sono proposte per modificare il Codice Fiscale

Il premier Calin Popescu Tariceanu la scorsa settimana ha dichiarato, alla fine della seduta di Governo, che per il momento non ci sono proposte per la modificazione del Codice fiscale. Queste sono attese da parte del ministro delle Finanze a seguito dell’analisi delle entrate e delle spese previste nella finanziaria 2008. “Non ci sono proposte per la modificazione del Codice Fiscale. Certo, dovremo analizzare la finanziaria del 2008, valutare come realizzare le entrate, le spese e poi il ministro delle Finanze potrà fare le sue proposte. Con la finanziaria però non si introdurranno nuove tasse. Nella finanziaria 2008, il cambiamento maggiore riguarda la riduzione dei contributi per le assicurazioni sociali di sei punti. Ho fatto questa precisazione per eliminare ogni tipo di speculazione. Non ci saranno né nuove tasse, né nuove imposte”, ha detto Tariceanu. Tariceanu ha anche smentito l’ipotesi di introdurre una tassa del 2% sui redditi agricoli. “Non ho visto nessun progetto di modificazione, non sono al corrente di una simile iniziativa”, ha precisato Tariceanu. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, venerdì scorso, ha però presentato, un progetto di ordinanza d’urgenza per modificare ed integrare la Legge 571/2003 relativa al Codice Fiscale. Il progetto è stato inserito anche sulla pagina web dell’istituzione.

Anca Rares


 Home   In alto   Stampa immagine  


 Pubblicità    Abbonamenti    Chi siamo  

Redazione: Timisoara, Romania
Tel./Fax +40(0)256-493012, +40(0)256-282556
E-mail: gazzettino@gazzettino.ro Internet: www.gazzettino.ro