No. 318  2-8 aprile 2008

Prima pagina
















Numero visitatori
dal 16 augosto 2001
968632


35 visitatori online

Archivio Gazzettino

Gazzettino No. 333
(16-22 luglio 2008)


Gazzettino No. 331
(9-15 luglio 2008)


Gazzettino No. 330
(2-8 luglio 2008)


Gazzettino No. 329
(25 giugno - 1 luglio 2008)


Archivio generale  


 Indietro   Stampa immagine  


Attraverso gli occhi degli investitori: Cento di successo

    Se è vero che il mondo è per i “furbi”, fermate il mondo, voglio scendere. Parafrasando il detto di qualcuno, riporto un pensiero che mi sta seguendo da qualche tempo, al quale ho anche trovato una soluzione che desidero dividere con voi. Il mondo sembra attratto da storie di persone, cosiddette di “successo” che appaiono in riviste o rotocalchi che basano le proprie vendite solo sulla imbecillità del popolo bue. Questo successo, è qui la formula che mi evita di scendere da questo mondo, è quasi sempre frutto di sotterfugi o malefatte, perpetrate a danno di uomini che di diritto meriterebbero di essere perennemente citati, che navigando tra le facce di quella medaglia che è la verità, trovano un podio quando, di fatto, meriterebbero solo una gogna. Millantato credito, incapacità trasformate in virtù, menzogne frutto di altre menzogne, alle quali gli stessi autori finiscono col credere, sono la base del “successo” mediatizzato e poi, usato per creare altri “successi”. Il palco cadrebbe molto facilmente, e per molti di questi personaggi, la speranza che cada al più presto è viva e continuamente alimentata, se l’auditore si soffermasse solo qualche secondo su alcuni particolari apparentemente insignificanti, ma realmente importanti. Basterebbe mettere realmente alla prova questi millantatori, spesso donne, le quali non meriterebbero nemmeno di lavorare a fianco di operai in una catena di montaggio. Forse si leggerà astio, ma non di questo si tratta, solo di un profondo senso di sconforto, il quale genera una sensazione fisica di malessere, per l’ingiustizia di vedere falliti ed incapaci, elevarsi al rango dei primi cento, e persone che onestamente e caparbiamente producono realmente reddito e benefici per le loro organizzazioni, giacere nel più laconico dei silenzi. Il segreto allora è proprio questo, ribaltiamo i valori. Coloro che li appaiono, coloro che popolano le top ten, di fatto sono, spiace per le minoranze che a pieno titolo occupano i primi ranghi, quelli da evitare, da non considerare, mantenendo presente che se li si trovano, con molta probabilità hanno calpestato principi e valori ai quali altri hanno creduto e grazie ai quali loro hanno potuto costruire i propri “successi”. Messaggio criptato, forse, ma chi ha orecchie per intendere, sicuramente intende.

Memo_Rivolsi@Hotmail.com


 Home   In alto   Stampa immagine  


 Pubblicità    Abbonamenti    Chi siamo  

Redazione: Timisoara, Romania
Tel./Fax +40(0)256-493012, +40(0)256-282556
E-mail: gazzettino@gazzettino.ro Internet: www.gazzettino.ro